Il Piccolo, 15 novembre 2008 
  
TRA LE PRESUNTE VITTIME ANCHE IL COMUNE DI MONFALCONE  
Truffa, sotto accusa 4 progetti dell’Anolf  
Iniziato il processo che vede come principale imputata l’ex presidente dell’associazione
 
 
Con una lunga deposizione di un sottufficiale della Guardia di finanza è iniziato il processo all’ex presidente dell’Anolf, l’Associazione nazionale oltre le frontiere, Maria Grazia Salvatori, imputata di malversazione e, in concorso con altre quattro persone, di truffa nei confronti di enti pubblici quali Regione, Ass e Comune di Monfalcone, tutti costituitisi parte civile. Gli altri imputati sono il collaboratore di Anolf Gianfranco Tarantino, Klotilda Binjaku di origine albanese, Davide Bradaschia e Giuseppe Paone, questi ultimi tre già presidenti della cooperativa sociale Aurora di Gorizia.
Il maresciallo delle Fiamme gialle, rispondendo alle domande del pm Marco Panzeri, ha ripercorso le varie tappe dell’indagine che hanno portato – secondo quanto riporta anche il capo di imputazione – alla scoperta che i contributi concessi dagli enti pubblici all’Anolf non venivano del tutto utilizzati per i progetti presentati dall’associazione.
Dalla deposizione è emerso che l’Anolf, negli anni tra il 2002 e il 2004, aveva emesso fatture, alcune delle quali per prestazioni inesistenti, che figuravano nei rendiconti di più progetti. E quattro sono i progetti finiti nel mirino della Guardia di finanza, scattate dopo che alcuni mediatori culturali avevano presentato degli esposti nei quali lamentavano di non essere stati pagati per il lavoro svolto. Il progetto più consistente riguarda la convenzione con il Comune di Monfalcone per la gestione del Centro di accoglienza per minori stranieri non accompagnati per gli anni 2002, 2003 e 2004, per i quali l’ente locale aveva versato 484mila euro. Con l’Ass l’Anolf aveva firmato nel 2003 una convenzione per il progetto Osservatorio migranti ricevendo un finanziamento di 45mila euro concesso dalla Regione.
Il terzo progetto era intitolato Casa insieme 2002 con un finanziamento regionale di 32mila euro. Infine, il quarto progetto per 113mila lire erogati dalla Regione, riguardava la costituzione di una fondo rotazione destinato alla concessione di prestiti a favore degli stranieri per il pagamento degli affitti.
Il tribunale ha già fissato altre due udienze, il 5 e 19 dicembre. (fra.fem.)

Annunci