Il Piccolo, 11 settembre 2009 
 
EMISSIONI ZERO GRAZIE A PANNELLI SOLARI E A UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO  
Il nuovo pattinodromo rispettoso dell’ambiente
 
 
Il nuovo impianto per il pattinaggio in costruzione nell’area del complesso sportivo di via Cosulich a Panzano sarà a impatto pressoché zero quanto a emissioni in aria. Il pattinodromo, in costruzione con un investimento complessivo di 2,6 milioni di euro sostenuto dal Comune grazie ai contributi regionali ottenuti, sarà dotato di un impianto fotovoltaico della potenza di 20 chilowatt picco (unità di misura della potenza nominali degli impianti di questo genere) in grado di garantire la totale autonomia energetica in caso di un utilizzo normale della struttura. L’impianto fotovoltaico sarà inoltre affiancato da pannelli solari sufficienti a riscaldare 2mila litri d’acqua al giorno, oltre che da una nuova centrale termica. L’installazione dell’impianto fotovoltaico e quello solare-termico è stata resa possibile dal ribasso d’asta con cui si è conclusa la gara d’appalto che ha visto vincitrice la Fc impianti tecnologici di San Giorgio di Nogaro, che sta procedendo molto velocemente alla costruzione del pattinodromo, anche perché non ha di fatto interrotto i lavori ad agosto. La conclusione dei lavori è comunque fissata per l’inizio agosto 2010. La sezione pattinaggio dell’Ar Fincantieri, 70 atleti e molti risultati di prestigio a livello italiano ed europeo, potrà quindi entrare nella sua nuova casa per l’inizio della prossima stagione invernale, dopo anni di diaspora nelle palestre dei centri più o meno vicini: ancora quest’autunno-inverno i più piccoli dovranno allenarsi nelle palestre scolastiche cittadine, mentre gli atleti dell’agonismo utilizzeranno il nuovo impianto di Fiumicello. «Per la prossima stagione l’impianto sarà però finalmente pronto e adeguato alle esigenze della città», ha sottolineato ieri l’assessore allo Sport, Michele Luise, effettuando un sopralluogo nel cantiere di lavoro assieme ai tecnici comunali e ai rappresentanti della sezione pattinaggio dell’Ar Fincantieri per definire meglio l’opera rispetto le esigenze degli utilizzatori finali.
Realizzate le fondamenta della struttura principale, che avrà un’altezza di circa 7 metri e conterrà la pista di 20 metri per 40 e tribune con 150 posti a sedere, e di quelle di servizio, l’impresa conta di installare la copertura tra fine ottobre-inizio novembre per poi procedere con il resto delle lavorazioni. «Stiamo ragionando anche sulla possibilità di sistemare la fascia compresa tra il pattinodromo e via Bonavia – ha detto Luise – per ricavarne uno spazio per gli allenamenti dei piccoli del calcio dell’Ar Fincantieri, quando procederemo al rifacimento della pista di atletica del Cosulich». (la. bl.)