Il Piccolo, 18 dicembre 2009
 
Cade dalla motrice, lesione alla schiena 
Grave un camionista sloveno di 49 anni. L’infortunio alla Cartiera di Monfalcone

Un camionista sloveno di 49 anni è rimasto gravemente ferito in un infortunio sul lavoro alle 9 di ieri nello stabilimento della Cartiera di Monfalcone, in via Grotta del Diau Zot nella zona industriale del Lisert. L’uomo, Janko Pivec, residente a Maribor, è caduto di schiena dalla cabina del suo autoarticolato, procurandosi un trauma cranico e una lesione alla colonna dorsale. Il camionista è stato soccorso sul posto dai sanitari del 118, fatti intervenire subito da parte dell’azienda, ed è stato quindi trasferito all’ospedale di Cattinara con l’elicottero dell’Elisoccorso. La prognosi per lui è riservata. Si attende ora, con apprensione, l’esito degli accertamenti sanitari ai quali lo sloveno sarà sottoposto all’ospedale triestino per comprendere l’entità del trauma cranico ma soprattutto le conseguenze che potrebbero derivargli dalla lesione dorsale.
Lo sloveno era arrivato nell’azienda del Lisert per effettuare un carico di merce. A determinare la caduta potrebbe essere stato un capogiro o forse una semplice disattenzione. Una caduta apparentemente banale, da un’altezza di un paio di metri ma dalle conseguenze estremamente gravi. Anche perchè l’operaio non è riuscito ad aggrapparsi a una maniglia o a una sporgenza per limitare le conseguenze.
La Cartiera di Monfalcone è in attività dal 1998 nella zona industriale del Lisert. Avviata da imprenditori veneti, nel 2002 è entrata nel gruppo Sofidel. Occupa una quarantina di operai e produce tutta una serie di prodotti cartari. La produzione è di circa 300mila tonnellate l’anno.

Messaggero Veneto, 18 dicembre 2009
 
Infortunio sul lavoro, 49enne precipita da 3 metri: non è grave

MONFALCONE. È stato ricoverato a0ll’ospedale triestino di Cattinara il camionista sloveno Janko Pivec, 49enne originario di Maribor, coinvolto ieri mattina in un incidente sul lavoro, mentre si trovava alla Cartiera di Monfalcone in via Grotta del Diau Zot. L’uomo che sarebbe caduto da circa tre metri di altezza, è stato ricoverato con un trauma cranico e trauma alla colonna vertebrale.
Le sue condizioni, pur se serie, fortunatamente non sarebbero gravi. Non è ancora chiara la dinamica dell’infortunio che ha visto, appunto, l’uomo, forse anche a causa del freddo pungente e della bora che hanno colpito il monfalconese in questi giorni, cadere da un’altezza di tre metri, sbattendo la testa e la schiena, probabilmente mentre stava sistemando il carico del suo camion. Accortisi di quanto successo, alcuni dipendenti della Carteria hanno chiesto immediatamente l’intervento dei soccorsi.
In pochi minuti sono giunte quindi sul posto l’autoambulanza e l’auto medica dall’ospedale di San Polo, i cui sanitari visto il tipo di lesioni, anche a scopo precauzionale, dopo aver stabilizzato le condizioni dell’infortunato hanno preferito chiedere anche l’intervento dell’elisoccorso che, ha poi trasportato il ferito al Cattinara. Sul posto anche le forze dell’ordine che provvederanno a chiarire come sia successo l’incidente. La Cartiera di Monfalcone è una azienda nata nel 1998, fondata da alcuni impresari veneti del gruppo Sofidel. Ha 39 dipendenti e produce carta per asciugatutto fazzoletti veline tovaglioli e carta igienica. (c.v.)